var_ The Style Council | Il Blog di Bibiebibo

The Style Council

Tra una fetta di panettone e….

A proposito di musica e cazzatine varie.

Mangiato il panettone ed altre cose mi sono messo ad ascoltare (come mi succede spesso) musica. E tra le altre cose ho riascoltato anche il brano della BandAid che ho inserito qualche giorno fa. Ho rivisto anche il video sui vari canali musicali.

Pazzesco come passa il tempo e come cambiano le cose. Ma avete visto il “mitico” Bono? Ha una pettinatura che ricorda Zed, il matto di Scuola di Polizia. Forse è stato Zed a copiare Bono ma l’effetto è abbastanza simile.

Altra considerazione. In BandAid erano presenti quelli che allora erano i gruppi che andavano per la maggiore…..sicuramente non erano i “migliori” sulla piazza. Era un’operazione commerciale molto ben curata se vogliamo.

Bananarama (trio di una bruttezza spropositata e pari alla loro pochezza musicale…però piacevolmente easylisting), Duran Duran (e cosa vuoi dire di “salcicciotto” LeBon che non sia già stato detto?), i Boomtown Rats ( e sfido chiunque a citare senza guardare nel web quanti dischi hanno inciso..), gli Spandau ( in pratica stavano ai Duran come gli Stones ai Beatles e John Lennon mi perdoni… se può per la blasfemia), Heaven 17 (beh non erano malaccio, stavano nel mazzo) e così via passando per quel simpaticone di Boy George che è ancora in giro ed anche gli Status Quo.

E tutto qui? In pratica è come se un’ipotetica BandAid italiana fosse formata da Pupo ed i suoi amici. Per fortuna c’erano un paio di personaggi di diversa caratura.

Sting che come pettinatura non scherza neanche lui, Phil Collins (e qui non si discute..si è fatto una mazzo tanto anche nel LiveAid suonando in entrambi i concerti .. ma questa è un’altra storia), Paul Young che purtroppo si è ridotto a cantare con Zucchero (sic transit gloria mundi) e least but not last Paul Weller.

Ho lasciato per ultimo Weller e sono stato indeciso sino all’ultimo tra lui e Young. Paul Young aveva una voce fantastica e forse se avesse avuto più fortuna chissà. Paul Weller invece aveva ed ha tutto per essere considerato una delle migliori cose british mai nate nelle brume della perfida Albione.

A me piaceva da matti con gli Style Council, dopo l’ho un pò perso di vista ma è ancora ben presente ed in giro.

Chissà chi potrebbe incidere oggi un ipotetico BandAid….

The Style Council – Wall’s Come Tumbling Down

incorporato da Embedded Video